Bisogni Educativi Speciali

Home / Bisogni Educativi Speciali

Bisogni Educativi Speciali

Un’offerta formativa unica nel suo genere

Il Collegio Gallio per offrire ai propri alunni e alle loro famiglie un accompagnamento didattico qualitativamente elevato mette a disposizione, all’interno dell’offerta formativa, una Consulente Educativa esperta e specializzata nelle metodologie educative-scolastiche in materia di Bisogni Educativi Speciali presente a scuola per 38 ore settimanali.

La Consulente Educativa è a supporto della progettualità scolastica in termini di inclusione e ha il compito di monitorare tutte le problematiche inerenti all’età evolutiva svolgendo un’importante funzione di Counseling pedagogico. In una visione più ampia di benessere globale degli alunni, questa figura accompagna e supporta bambini e ragazzi nel delicato percorso di crescita, dalla Scuola dell’Infanzia alle Scuole Secondarie di secondo grado, promuovendo l’acquisizione di competenze sia sul piano didattico che morale ed emotivo diventando punto di riferimento all’interno della scuola per alunni, famiglie e docenti.
Alla luce di questa innovativa proposta, da tre anni, il Collegio Gallio sta lanciando una sfida sperimentale senza precedenti nello scenario educativo-scolastico italiano.

Il Collegio Gallio, con il servizio di consulenza educativa, garantisce:

  • Consulenza pedagogica (famiglie/docenti)
  • Progettazione degli interventi educativi
  • Coordinamento pedagogico
  • Formazione didattico/pedagogica docenti
  • Facilitazione delle comunicazioni tra i sistemi in rete sul territorio
  • Azioni di ricerca sull’Inclusione Scolastica e sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento (partecipazione e collaborazione a piani territoriali di ricerca in collaborazione con Associazioni, Università ed Enti pubblici e privati)
  • Attività di prevenzione precoce ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento (Screening Scuola dell’Infanzia sui prerequisiti di ingresso alla Scuola Primaria, Screening Scuola Primaria sulla prevenzione precoce ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento)

I servizi offerti agli alunni e alle loro famiglie nonché ai docenti si delineano nelle seguenti proposte operative:

  • Gruppo genitori alunni con Bisogni Educativi Speciali
  • Screening Scuola dell’Infanzia sui prerequisiti di ingresso alla Scuola Primaria (ultimo anno)
  • Screening Scuola Primaria sulla prevenzione precoce ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento (secondo anno scuola primaria)
  • Laboratorio di potenziamento sulle abilità numeriche Scuola dell’Infanzia (ultimo anno) come prevenzione precoce alla discalculia
  • Procedure e strategie didattiche per alunni con Bisogni Educativi Speciali
  • Progetti individualizzati per alunni di accompagnamento didattico ed educativo
  • Formazione e consulenza docenti
  • Interventi educativi e didattici nelle classi
  • Supporto e consulenza tecnica ai genitori nella valutazione diagnostica
  • Supporto e consulenza tecnica ai docenti nella compilazione della documentazione
  • Progetti di Inclusione nelle classi
  • Sportello di consulenza per genitori sulle difficoltà scolastiche, educative ed emotive
  • Formazione genitori su tematiche specifiche
  • Progetti individualizzati per alunni di accompagnamento didattico ed educativo
  • Potenziamento in orario extra-curricolare della lingua inglese per alunni con Bisogni Educativi Speciali
  • Empowerment in orario extra-curricolare del metodo di studio per alunni con Bisogni Educativi Speciali

Per soddisfare i Bisogni Educativi Speciali dei propri alunni, il Collegio Gallio, in linea con la Normativa Ministeriale vigente in materia di Inclusione Scolastica, intende perseguire un’offerta formativa di qualità ponendo tutte le attenzioni necessarie per rispondere in maniera efficace e incisiva ai bisogni propri di ogni alunno/a.

Il Collegio è la scuola “per tutti” e “di tutti”: il concetto di Inclusione si applica a tutti gli alunni come garanzia diffusa e stabile di partecipazione alla vita scolastica garantendo un raggiungimento massimo in termini di apprendimento.

Nella convinzione che tutti siamo “speciali e unici” di conseguenza “diversi” gli uni dagli altri ma con pari “valore”, il Collegio è una scuola inclusiva che educa i propri alunni fin dalla Scuola dell’Infanzia al valore della diversità come scambio arricchente e non come motivo di stigmatizzazioni ed esclusioni sociali.In questa prospettiva, ogni alunno è visto come “essere umano unico e irripetibile”: ne consegue la progettazione di un processo di apprendimento costruito “ad hoc” per ogni peculiare “forma mentis” garantendo a ciascun studente un percorso di crescita umana e culturale il più possibile personalizzato sui propri bisogni e attitudini.

Ogni bambino/a e ragazzo/a ha dei fisiologici Bisogni Educativi a cui quotidianamente genitori e insegnanti nella veste di educatori devono dare risposta. La comunità educante del Collegio Gallio crede che questi normali Bisogni Educativi si arricchiscano di qualcosa di “speciale” dove il termine “speciale” assume la valenza positiva di “unicità”: bisogni unici in ogni alunno/a. Per tale ragione, viene riconosciuto ad ogni studente il diritto di ricevere un’attenzione educativo-didattica individualizzata ed efficace.

La Consulente educativa ricopre la funzione strumentale di Referente d’Istituto per l’Inclusione scolastica. Tale funzione ha la responsabilità di garantire, come da indicazioni ministeriali, la promozione del benessere e del successo scolastico e personale di ogni studente con particolare attenzione a coloro che presentano specifiche certificazioni cliniche.

La Referente ricopre le seguenti funzioni:

  • fornisce informazioni circa le disposizioni normative vigenti
  • fornisce indicazioni su strumenti compensativi e misure dispensative al fine di realizzare un intervento didattico il più possibile adeguato e personalizzato
  • collabora, se necessario, all’elaborazione di strategie volte al superamento dei problemi nella classe
  • offre supporto ai colleghi docenti riguardo a specifici materiali didattici e di valutazione
  • cura la dotazione bibliografica e di sussidi all’interno della scuola
  • diffonde e pubblicizza le iniziative di formazione specifica o di aggiornamento
  • fornisce informazioni riguardo alle Associazioni/Enti/Istituzioni/Università ai quali poter fare riferimento
  • mantiene i contatti e partecipa a proposte sul territorio con CTS e UST
  • propone formazione periodica e costante ai docenti in materia di BES
  • promuove la cultura della didattica inclusiva con interventi nelle classi precedentemente concordati con il dirigente scolastico e i docenti
  • media il rapporto docenti, famiglie, alunni, operatori dei servizi sanitari, professionisti esterni
  • coordina e guida il gruppo GLI di Istituto verificando che sia prodotta la corretta documentazione e le procedure ministeriali
  • affianca il Consiglio di classe nella supervisione di diagnosi/certificazioni e PDP
  • mantiene un archivio con i dati quantitativi e qualitativi inerenti agli alunni BES (mappatura)
  • segue alunni personalmente, se necessario, come Tutor nell’organizzazione e progettazione didattica tramite percorsi individualizzati precedentemente concordati con la famiglia, i docenti e gli specialisti coinvolti
  • partecipa periodicamente ai Consigli di classe monitorando l’applicazione dei singoli PDP
  • affianca i docenti di sostegno nelle attività didattiche e nella compilazione della documentazione (PDF/PEI/Registro del Sostegno/Modulistica per Enti esterni)
  • è a disposizione delle famiglie e dei docenti per colloqui e indicazioni pratiche
  • supervisiona i progetti e le azioni di Inclusione Scolastica
  • relaziona a scadenze periodiche al Dirigente scolastico il lavoro svolto

Da tre anni, il Collegio Gallio partecipa attivamente e con entusiasmo ad azioni di ricerca sull’Inclusione Scolastica (Disturbi Specifici dell’Apprendimento Legge 170/10, disturbi rientranti nella ex Legge 104/92, Disturbi del Neurosviluppo/Svantaggi socio-culturali e linguistici/Disagi emotivi D.M. 27 dicembre 2012 e Circolare ministeriale n. 8 prot. N. 561 del 6 marzo 2013) in collaborazione con Associazioni, Università ed Enti pubblici e privati sul territorio comasco e nazionale nonché a progetti di portata internazionale promossi dall’Agenzia Europea per lo Sviluppo dell’Istruzione degli Alunni Disabili in collaborazione con l’Unesco oppure dal Consiglio di Ricerca Canadese per le Scienze Umane e Sociali in sinergia con gruppi di ricerca universitari.

Il Collegio Gallio da quattro anni sta curando con attenzione gli aspetti relativi al monitoraggio e alla valutazione del grado di inclusività nel contesto scolastico tramite l’applicazione dello strumento di ricerca-azione Index per l’Inclusione1. Il Collegio partecipa alla rete di scuole che a livello nazionale utilizzano l’Index per l’Inclusione tramite il GRIIS (Gruppo di Ricerca Integrazione e Inclusione Scolastica – Facoltà di scienze della Formazione – Università di Bolzano).

Per avere ulteriori chiarimenti e capire meglio cosa si intende quando si parla di Bisogni Educativi Speciali abbiamo preparato una piccola guida introduttiva per i genitori che potete scaricare cliccando sull’immagine sottostante.