Massimo Di Salvatore

Massimo Di Salvatore

Laureato in Lettere classiche con specializzazione quadriennale all’estero (Francia) in Storia greca, Epigrafia greca, Geografia storica e Topografia, Archeologia. Alunno del Collegio Gallio nei tre anni delle medie, dal 1985 vi svolge attività di docente presso i licei (i primi due anni anche alle medie).

Ha diretto in modo continuativo per vent’anni (1989-2009) un programma internazionale di ricerca storico-archeologica ed epigrafica in Grecia, elaborato in accordo e collaborazione tra varie università e istituti di ricerca italiani ed europei, in particolare per l’Italia con la Scuola Archeologica Italiana di Atene, l’Università degli Studi di Milano e il Cnr, per la Francia con la Maison de l’Orient Méditerranéen di Lyon e il Cnrs, per la Grecia con varie soprintendenze archeologiche e altri istituti di ricerca. La sua attività è stata riconosciuta ufficialmente dai Ministeri italiani dell’Università e della Ricerca, dei Beni culturali e degli Affari esteri e dal Ministero greco della Cultura, Direzione archeologica. Ha inoltre partecipato a programmi di ricerca scientifica promossi e finanziati dall’Unione Europea, sempre in collaborazione internazionale.
Dai primi anni ’80 fino al 2000, ha collaborato con vari istituti della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, in particolare con quelli confluiti nel Dipartimento di Scienze dell’Antichità, svolgendo attività di ricerca e d’insegnamento, sia come vincitore di borse di studio, nazionali ed estere, sia come assegnista di ricerca.
Dal 2000 al 2010 è stato titolare della cattedra di Storia greca ed Epigrafia greca e supplente per la cattedra di Letteratura greca presso l’Università degli Studi di Macerata, contribuendo alla costituzione di una delle prime facoltà di Beni culturali in Italia.

Dalla fine degli anni ’70 al 1985, ha svolto attività di consulente presso l’Amministrazione provinciale di Como e anche presso la regione Lombardia nel settore delle biblioteche e degli archivi storici, seguendo l’apertura e l’organizzazione di biblioteche pubbliche e sistemi bibliotecari e partecipando in qualità di esperto alla redazione della legge di settore attualmente in vigore in Lombardia.

Libri, saggi e articoli relativi alle varie attività svolte sono stati pubblicati in Italia e all’estero.